Una Mappa 

per le 

Demenze


Tutti i diritti sono riservati

DEMENZE@REGIONE.VENETO.IT

Questo sito ha la funzione di orientare persone con problemi di memoria, familiari e professionisti all'interno della rete dei servizi e guidarli nei percorsi più appropriati di presa in carico nelle diverse fasi della malattia

Sei un professionista, una persona con problemi di memoria, un familiare?

Clicca sull'immagine o sul link che ti rappresenta per accedere al percorso ideato per te

Persona con Disturbo Neurocognitivo

Campagna Vivo Bene (Piano Regionale Prevenzione)

“Vivo bene” è una campagna di comunicazione rivolta alla popolazione, incardinata nel Piano Regionale Prevenzione del Veneto di cui traduce le linee guida in un messaggio che raggiunga tutti, senza distinzione di età, sesso e condizione.

La Salute è il risultato di uno sviluppo armonico e sostenibile dell’essere umano, della natura e dell’ambiente, per questo motivo e da questo concetto di “Salute circolare” sono stati creati il logotipo e le sue declinazioni. 

https://www.youtube.com/watch?v=YlB8AlwO-_s

Avviso di manifestazione di interesse delle organizzazioni dei cittadini e dei pazienti volto all'acquisizione dei nominativi che entreranno a far parte dell'Assemblea permanente delle organizzazioni dei cittadi.pdf

Avviso di manifestazione di interesse delle organizzazioni dei cittadini e dei pazienti volto all'acquisizione dei nominativi che entreranno a far parte dell'Assemblea permanente delle organizzazioni dei cittadini e dei pazienti. 

E’ stata pubblicata venerdì 9 febbraio nel BUR Veneto n. 20 la manifestazione d’interesse a cui le organizzazioni dei cittadini e dei pazienti potranno partecipare al fine di determinare i componenti dell’assemblea.

La scadenza per la presentazione della domanda è il  29 febbraio 2024. 

Il Piano Regionale della Prevenzione

La Regione del Veneto ha approvato, con DGR n.1859 del 29/12/2021, il nuovo Piano Regionale della Prevenzione (consulta cliccando QUI il Piano e  cliccando QUI le azioni del Piano Regionale Prevenzione), in attuazione al Piano Nazionale Prevenzione, che ha la durata di 5 anni e rappresenta il documento guida delle Aziende ULSS riguardo la prevenzione delle malattie e la promozione della salute.

Nei prossimi 5 anni il Piano si propone di:

1. creare e rafforzare ambienti favorevoli alla salute delle persone, cioè contesti che agevolano stili di vita sani, tra questi:

> scuole che promuovono salute

> luoghi di lavoro che promuovono salute

> comuni attivi

> comunità che promuovono la salute della famiglia nei primi 1000 giorni di vita

2. sviluppare percorsi integrati di presa in carico della persona e per il contrasto delle fragilità

3. contrastare le disuguaglianze in salute e sostenere l’approccio di genere

 

Veneto per la Salute

Veneto per la Salute è un Protocollo d’Intesa nato a supporto del PRP 2020-2025 e sancisce la collaborazione tra diverse Direzioni regionali e altri enti esterni con l’obiettivo di promuovere il benessere il diritto alla salute attraverso l’adozione, nelle proprie politiche, di linee strategiche coerenti con gli obiettivi dello stesso PRP. Le Direzioni/Enti aderenti concorrono con le loro strategie alla creazione di Ambienti favorevoli alla salute delle persone.

Linee guida per una comunicazione rispettosa_traduzione in italiano_Alzheimer_europe.pdf

Federazione Alzheimer Italia ha curato la traduzione delle linee guida  per comunicare sulla demenza in modo etico e inclusivo pubblicate da Alzheimer Europe 


Per informazioni sull'EMERGENZA CORONAVIRUS clicca qui.

PERCHE  è  IMPORTANTE VACCINARE UN ANZIANO ?

Per informazioni sulla CAMPAGNA VACCINALE clicca qui

PER UN ANZIANO SONO RISCHIOSE LE CONTROINDICAZIONI


Priorità del PDTA Regionale delle Demenze 

Intervista Rai3 (2).mov

Cos'è la Mappa per le Demenze e perché può fare la differenza nell'approccio alla malattia?

In questa intervista le risposte.

Locandina_MAPPA_Demenze.pdf

La locandina "Una mappa per le demenze" può essere scaricata e stampata cliccando sull'immagine a lato

E' disponibile il video completo del convegno di lancio della Mappa per le demenze tenutosi il 22 maggio 2019 al Padiglione Rama dell'Ospedale all'Angelo di Mestre e che ha avuto come ospite illustre la dr. Helen Rochford-Brennan, presidente dell’European Working Group of People with Dementia, che ha condiviso con noi cosa significa vivere con una diagnosi di Malattia di Alzheimer.  

L'Associazione Novilunio Onlus ha pubblicato la Trascrizione dell’intervista a Helen Rochford Brennan  (in italiano) rilasciata durante la conferenza “Un nuovo approccio alla demenza: Una mappa a supporto del PDTA regionale”.

Dobbiamo continuare a studiare l'impatto del Covid sulle demenze

Riflessioni demenza_SARSCoV-2.pdf

COVID-19 

Mappa interattiva delle strutture per anziani non autosufficienti 

Mappa interattiva con le sedi delle associazioni e dei Centri Sollievo

Mappa interattiva delle sedi dei Centri per i Disturbi cognitivi e le demenze del Veneto

Eventi in calendario

Non sei solo_Ciclo di incontri_AULSS 1 Dolomiti.pdf

NON SEI SOLO

La AULSS 1 Dolomiti ha organizzato 5 incontri rivolti ai familiari ed assistenti di persone con declino cognitivo e demenze che si terranno dal 6 maggio al 3 giugno, ogni lunedì dalla 18:00 alle 19:00 presso la Sala Convegni dell'Ospedale di Feltre.

Per info ed iscrizioni inviare e-mail a: cdcd.fe@aulss1.veneto.it   

DEP-Malattie_Alzheimer_Triveneto-Vicenza-mag24.pdf

Sono aperte le iscrizioni per il convegno

Malattia di Alzheimer nel Triveneto

8 maggio 2024 

Palazzo Thiene Bonin Longare, Corso Palladio 13 VICENZA

Locandina MESTRE DEFF (2).pdf

Sfida, innovazione e sostenibilità

La persona con Disturbo Neurocognitivo co-progetta il futuro della riabilitazione

Il Change Management in Veneto

Nell’ambito del Piano Triennale di Attività della Regione Veneto, finanziato dal Fondo ministeriale per l’Alzheimer e le demenze, la Regione Veneto propone un evento che rappresenta un’occasione per condividere i risultati della progettualità, l’evoluzione e le prospettive future della teleriabilitazione in un'ottica di Change Management

Attraverso il progetto è stata promossa una cultura riabilitativa in cui la persona con Disturbo neurocognitivo è protagonista attiva del percorso riabilitativo a lei dedicato e i professionisti, acquisiti, formati, integrati all’interno dei CDCD, sono i catalizzatori di un approccio innovativo alla malattia.


31 ottobre 2023 dalle 8:30 alle 16:30

Mestre (Venezia)-Padiglione Rama

Nutri-Mente_2.0.pdf

Dalla collaborazione tra il  Centro Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD) dell'Alta Padovana e il Servizio dietetico dell'Ospedale di Cittadella della AULSS 6 Euganea e l'ENAIP Veneto (sede di Piazzola sul Brenta) è nato il

MANUALE NUTRI-MENTE 2.0

dalla progettazione alla cucina dei cibi amici del cervello 

Ricette e spunti di riflessioni per una prevenzione primaria del decadimento cognitivo

(POS4-62) Co-creating care The importance of Involving People with Neurocognitive Disorders in Healthcare Services.pdf

Al convegno organizzato da Alzheimer Disease International a Helsinki (16 ottobre 2023) è stato presentata la prima brochure in italiano e in inglese (dal titolo La vita con disturbo neurocognitivo: Strategie  e Consigli per Vivere Bene) realizzata da persone che convivono con la demenza e che dal 2019 sono proattive sui temi legati al disturbo neurocognitivo in seno al Meaningful Engagement  group.

Altre notizie

Per ulteriori informazioni sugli eventi vedi: i luoghi/eventi scientifici

DAT

Disposizioni

Anticipate di 

Trattamento

DAT_ALLEGATO.pdf

DECRETO 10 dicembre 2019 , n. 168 - Gazzetta Ufficiale n.13 del 17-1-2020 

Regolamento concernente la banca dati nazionale destinata alla registrazione delle DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO (DAT). 

Presso il Ministero della Salute è stata istituita una banca dati destinata alla registrazione delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT) attraverso le quali ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un'eventuale futura incapacità di autodeterminarsi, può esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari. Tale decreto è  in linea con la legge n. 219 del 22 dicembre 2017 "Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento".