Articoli e pubblicazioni

Articoli

Per i collegamenti a Lancet si devono ignorare gli alert che dicono che la pagina non è raggiungibile e proseguire la navigazione dal proprio browser.

Vi proponiamo alcuni articoli recenti comparsi in riviste o siti di rilevanza internazionale, che contengono interessanti confronti riguardanti l'Italia.

  • Lancet (editoriale) (editoriale sullo studio pubblicato nella rivista Lancet sul trend della prevalenza della demenza in tre Paesi europei)
  • Lancet (articolo cui fa riferimento l'editoriale qui sopra)
Capotostoetal_2017.pdf

Cognitive stimulation therapy in the Italian context: its efficacy in cognitive and non-cognitive measures in older adults with dementia.

Capotosto E, Belacchi C, Gardini S, Faggian S, Piras F, Mantoan V, Salvalaio E, Pradelli S, Borella E. Int J Geriatr Psychiatry. 2017 Mar;32(3):331-340. doi: 10.1002/gps.4521. Epub 2016 Jun 7.

Capotostoetal_2017.pdf

Cognitive stimulation therapy in the Italian context: its efficacy in cognitive and non-cognitive measures in older adults with dementia.

Capotosto E, Belacchi C, Gardini S, Faggian S, Piras F, Mantoan V, Salvalaio E, Pradelli S, Borella E. Int J Geriatr Psychiatry. 2017 Mar;32(3):331-340. doi: 10.1002/gps.4521. Epub 2016 Jun 7.

Tiozzo2019_Article_EffectivenessOfACommunityCareM.pdf


Effectiveness of a community care management program for multimorbid elderly patients with heart failure in the Veneto Region.

Tiozzo SN, Basso C, Capodaglio G et al. Aging Clin Exp Res. 2019 Feb;31(2):241-247 https://doi.org/10.1007/s40520-018-1102-y

articolo LEWYBODY PSICOGERIATRIA 2017 (3).pdf

La diagnosi della malattia con corpi di Lewy nella pratica clinica

Codemo A, Ruaro C, Gabelli C. Psicogeriatria 2017; 3: 30-37


Frontotemporal Dementia Misdiagnosed for Post-Treatment Lyme Disease Syndrome or vice versa? A Treviso Dementia (TREDEM) Registry Case Report.

Di Battista ME, et al. J Alzheimers Dis. 2018

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/30282363/?i=3&from=tredem

Viene presentato il caso di una donna, a cui è stata diagnosticata la malattia di Lyme post-trattamento e successivamente per la comparsa di disturbi comportamentali cui è stata diagnosticata una variante comportamentale di demenza frontotemporale (bvFTD). Probabilmente, i sintomi iniziali di borreliosi si sono sovrapposti a quelli della bvFTD, piuttosto che esserne i motivi scatenanti.

A Case with Early Onset Alzheimer’s Disease, Frontotemporal Hypometabolism, ApoE Genotype ɛ4/ɛ4 and C9ORF72 Intermediate Expansion: A Treviso Dementia (TREDEM) Registry Case Report

Gallucci M, et al. J Alzheimers Dis. 2019.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/30714955/?i=2&from=tredem

Ad una paziente che presentava un importante deficit delle funzioni esecutive è stata diagnosticata una forma di variante frontale della Malattia di Alzheimer (AD) a esordio precoce. La paziente non presentava specifiche aree di atrofia cerebrale e non soddisfaceva i criteri clinici per un qualsiasi tipo di demenza frontotemporale. L’articolo evidenzia la necessità di prendere in considerazione una diagnosi di variante frontale di AD, quando il quadro metabolico e quello clinico risultano discordanti.

Overlap Between Frontotemporal Dementia and Dementia with Lewy Bodies: A Treviso Dementia (TREDEM) Registry Case Report.

Gallucci M, et al. J Alzheimers Dis. 2019.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/31127780/?i=1&from=tredem

Un uomo di 79 anni presentava inizialmente le caratteristiche di una demenza a corpi di Lewy (DLB) e in seguito quelle di una variante comportamentale di demenza frontotemporale (bvFTD), con parkinsonismo stabile. L’articolo evidenzia la presentazione atipica di sintomi appartenenti a diverse malattie neurodegenerative e la difficoltà nel considerare i due fenotipi clinici come due entità separate o appartenenti a uno stesso continuum.

Catatonia_Pigato.pdf


Solmi, Marco et al. “Prevalence of Catatonia and Its Moderators in Clinical Samples: Results from a Meta-analysis and Meta-regression Analysis.” Schizophrenia bulletin 44 5 (2018): 1133-1150 .

Pubblicazioni

Network Non Autosufficienza


NNA (Network Non Autosufficienza) è nato – da un’idea di Cristiano Gori, che lo coordina – per promuovere riflessioni scientifiche sull’assistenza agli anziani non autosufficienti che siano utili all’operatività. Lo compongono anche Anna Banchero, Enrico Brizioli, Antonio Guaita, Franco Pesaresi e Marco Trabucchi.NNA dal 2009 ha pubblicato con cadenza biennale con Maggioli i Rapporti sull’assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia. Dal 2014 i Rapporti hanno assunto una cadenza biennale e ad essi si è affiancata una nuova linea editoriale, gli Approfondimenti, con la funzione di scandagliare in profondità specifici temi, servizi o problemi che paiono di particolare rilievo.

I rapporti sono scaricabili gratuitamente da questo collegamento.

CERGAS Milano


CERGAS è stata fondata nel 1978 per promuovere la ricerca scientifica sulla gestione sanitaria a livello nazionale e internazionale.
Negli ultimi 40 anni CERGAS è stata una delle influenze principali nel sistema sanitario nazionale italiano contribuendo a modellare il modo in cui la società pensa alla salute e all'assistenza sanitaria. CERGAS contribuisce alla ricerca pertinente e tempestiva nel settore sanitario, portando allo stesso tempo nuovi e avanzati livelli di conoscenza empirica e analitica sul campo. Oggi, pur concentrandosi sulla gestione delle organizzazioni sanitarie, è un centro di ricerca multidisciplinare che indaga su una vasta gamma di questioni e argomenti riguardanti la gestione sanitaria, la politica sanitaria, l'economia sanitaria, le organizzazioni sociali e non-profit.
Le pubblicazioni segnalate qui sotto sono scaricabili gratuitamente.

2018 - G. Fosti, E. Notarnicola (a cura di) - "L'innovazione e il cambiamento nel settore della Long Term Care. Primo Rapporto Osservatorio Long Term Care" - Egea, 2018 (scarica il volume)

2016 - F. Longo (a cura di) - Welfare futuro. Scenari e strategie - Egea, Milano, 2016 (scarica il volume)

2014 - G Fosti, E Notarnicola (a cura di) - Il Welfare e la Long Term Care in Europa - Egea, Milano, 2014 (scarica il volume)

2013 - G Fosti (a cura di) - Rilanciare il welfare: Ipotesi e strumenti: una prospettiva di management delle reti - Egea, Milano, 2013 (scarica il volume)

2010 - F Longo, E Tanzi (a cura di) - I costi della vecchiaia - Egea, Milano, 2010 (scarica il volume)

World Alzheimer Reports

Dal sito della World Alzheimer's Desease International sono disponibili in lingua inglese World Alzheimer's Reports dal 2009 ad oggi.

Vai al sito

"Più diagnosi significa più consapevolezza. Più consapevolezza significa meno stigma. Meno stigma significa più speranza".

dal report 2018


Copia di GlobalActionPlanDementiaOMS2017.pdf

Global action plan on the public health response to dementia 2017 - 2025


Pubblicato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (vai al sito per maggiori approfondimenti).

In lingua inglese

Il piano d'azione globale sulla risposta di salute pubblica alla demenza 2017-2025 mira a migliorare la vita delle persone con demenze e dei loro caregiver riducendo al contempo l'impatto della demenza su comunità e paesi. Fornisce una serie di azioni per realizzare la visione di un mondo in cui la demenza viene prevenuta e le persone affette da demenza e i loro caregiver ricevono la cura e il sostegno di cui hanno bisogno per vivere una vita piena di significato e dignità.

Le aree di azione comprendono: aumento della priorità e consapevolezza della demenza; riduzione del rischio di demenza; diagnosi, trattamento e cura; supporto per i malati di demenza; consolidamento dei sistemi di informazione per la demenza; ricerca e innovazione.



Care Needed

Improving the Lives of People with Dementia


Scaricabile anche dal sito della World's Alzheimer's Desease International

In lingua inglese

Final version of ethics report on minority ethnic groups 2018_47.pdf
making_your_home_dementia_friendly.pdf

Opuscolo sui modi pratici per rendere la casa più adatta ad una persona affetta da demenza.

In lingua inglese

Scaricabile dal sito https://www.alzheimers.org.uk/get-support/making-your-home-dementia-friendly

Terapia_Stimolazione_Cognitiva_Gardini.pdf

LA TERAPIA DI STIMOLAZIONE COGNITIVA: UN INTERVENTO EFFICACE PER LA PERSONA CON DEMENZA Programma base e di mantenimento della Cognitive Stimulation Therapy (CST)

e-book scaricabile